Chiesa di Santa Maria delle Scale

Questo tempio risale al periodo dei Normanni; infatti la Chiesa si chiamava “Santa Maria delle Cateratte”, perché sorgeva sul ciglio di un burrone, dove prima si trovava un ospizio, fatta costruire da Silvestro il Normanno e poi affidata ai frati cistercensi.

Nel XIV secolo fu riedificata in stile gotico sotto i Chiaramonte e ricostruita in stile barocco dopo il terremoto del 1693, che aveva fatto crollare la navata centrale e quella sinistra. La navata destra è costituita da quattro arcate gotico-catalane e da una rinascimentale, che presentano motivi ornamentali in rilievo. La seconda arcata culmina in alto con una “Madonna con Bambino” e con elementi in rilievo raffiguranti animali, fiori e rami, veri e propri ricami su pietra, che purtroppo si stanno sfaldando. Il terzo arco è in stile rinascimentale, il quarto è ad arco acuto e quindi in stile gotico-catalano. Preziosissima, all’interno, è una terracotta scolpita con figure che rappresentano “il Transito della Vergine”, del 1536, attribuita alla scuola gaginiana, già restaurata. In una Cappella troviamo un’opera in terracotta che rappresenta l’Assunzione della Vergine. Stupende le cappelle con volte a costoloni poggianti su capitelli che raffigurano animali simbolici medievali.

La Chiesa sorge in un punto del colle così panoramico da poter ammirare uno scenario suggestivo, data l’altezza, compreso il centro storico di Ragusa Ibla e la cupola di S. Giorgio. Dal sagrato del tempio si inizia a fare la discesa attraverso le scale monumentali delimitate da balaustre in ferro battuto.

Plan My Route

Sei il proprietario dell'attività ? Modifica liberamente il tuo annuncio.

Solo i proprietari di pubblicazione possomo modificarne dati ed informazioni e/o richiederne la cancellazione.

Claim Listing

Leave a Review

Prezzo
Posizione
Staff
Servizi Offerti
Food & Beverage
Publishing ...
Your rating has been successfully sent
Please fill out all fields
Captcha check failed
Top
Richiesta Informazioni