fbpx

Festivi

Così come tutte le province siciliane, anche la Cucina tipica iblea è caratterizzata da un forte senso della famiglia. È tradizione riunirsi in famiglia la domenica per pranzare tutti assieme. Ciò garantisce che molti piatti tipici della gastronomia ragusana tipica siano preparati periodicamente, evitando così la perdita o l’alterazione di tutte queste ricette storiche.

Festivi

Uno degli alimenti più di largo consumo della Cucina tipica iblea è la pasta fatta in casa con il pomodoro. Mamme e nonne usano riunirsi la domenica mattina per impastare e preparare i più svariati tipi di pasta, come ad esempio i cavati e ravioli alla ragusana o la pasta a quadrettini cotta nel brodo di gallina. La bevanda prediletta dagli adulti per accompagnare il pranzo è sicuramente il vino di produzione locale, che vanta marchi conosciuti a livello nazionale e una varietà notevole di tipologie e gradazioni alcoliche. Tra tutti i piatti tipici della provincia di Ragusa ve ne sono alcuni che sono fortemente legati a due festività ritenute tra le più importanti dell’anno: Natale e Pasqua. Durante queste due ricorrenze, anche le famiglie che per vari motivi non riescono a radunarsi durante l’anno si organizzano per poter consumare tutti insieme pranzi e cene ricchissimi in termini di quantità e tradizionalità delle ricette. La cena di Natale della Cucina tipica iblea è preceduta da un giorno di preparazione in cui vengono preparate tipicamente grandi quantità di scacce, pane fatto in casa, tomasini ripieni di ricotta e salsiccia locale, e diverse altre specialità, a seconda della città o del paese in questione. Anche il pranzo della domenica di Pasqua non è da meno rispetto alla cena di Natale; infatti, è tradizione riunirsi tutti insieme qualche giorno prima per poter preparare alcuni piatti esclusivamente tipici del periodo pasquale: i turciniuna e le impanate d’agnello.

Festivi

Di queste ultime diciamo che l’impasto è quasi identico a quello delle scacce, con l’unica differenza che viene aggiunta della sugna per rendere la pasta più friabile. A lievitazione terminata ogni panetto verrà diviso in due parti, entrambe stirate con il mattarello, di cui circa due terzi serviranno per il fondo e la restante parte verrà utilizzata come coperchio. A questo punto, sulla base vengono riposti i tocchetti di carne d’agnello, con o senza ossa, che avevamo condito il giorno prima con sale, pepe nero, prezzemolo e foglie d’aglio verde tritate. Infine, copriamo il condimento con il coperchio di pasta che avevamo preparato precedentemente, congiungendo il bordo del coperchio con quello della base. Non rimane che cuocerle in forno per circa un’ora e consumarle quando saranno tiepide. Altro piatto tipicamente pasquale è la cassata, un dolce da forno costituito da un cestino di pasta ripieno di ricotta zuccherata e aromatizzata con buccia di limone grattugiata. Dopo la cottura le cassate vengono spolverizzate con cannella e nelle varianti più moderne, spesso, alla ricotta si aggiunge del cioccolato fondente a pezzetti.

Ricordatevi la Festa ra’ Scaccia www.festarascaccia.it

HOME PAGE

menu

AntipastiAntipasti

La sezione antipasti tipici dell’area Iblea

SecondiSecondi

Deliziosi secondi preparati come si faceva una volta

DolciDolci

E dopo un pranzo e una cena da rè chi gradisce un dolce ?

PanePane

Pane fatto in casa ? Un privilegio delle famiglie ragusane.

PrimiPrimi

Primi piatti deliziosi della tipicità ragusana

ContorniContorni

Con cosa accompagnare le squisite pietanze Iblee ?

RusticiRustici

Scacce, sfoglie o una delle infinite bontà della gastronomia ?

FestiviFestivi

Cosa cucinare durante le feste ? Ragusa ha mille soluzioni golose

Top
Richiesta Informazioni